Patata

La patata è originaria delle Ande peruviane-boliviane ed è una delle principali colture alimentari del mondo. Si pensa che le patate siano state addomesticate in modo indipendente diverse volte e fossero già ampiamente coltivate dagli Incas in Sud America 1800 anni fa. Scoperte poi dagli invasori spagnoli, le patate furono introdotte in Europa durante la seconda metà del XVI secolo. Alla fine del XVII secolo la patata era divenuta una coltura molto diffusa in Irlanda e alla fine del XVIII secolo era diffusa in tutta l’Europa continentale, in particolare in Germania e nell’Inghilterra occidentale. Continuò a diffondersi, sia nell’emisfero occidentale che in quello orientale, durante i primi quattro decenni del XIX secolo, e la stessa economia irlandese divenne fortemente dipendente dalla patata. Tuttavia, i disastrosi raccolti irlandesi a metà del XIX secolo (soprattutto nel 1846 e 1848), distrutti dalla peronospora (Phytophthora infestans) e la conseguente “Grande Carestia Irlandese” hanno generato un atteggiamento più cauto nei confronti della dipendenza da questa coltura. Fino all’inizio degli anni ’90, la maggior parte delle patate veniva coltivata e consumata in Europa, Nord America e paesi dell’ex Unione Sovietica. Da allora, c’è stato un drammatico aumento della produzione e della domanda di patate in Asia, Africa e America Latina. La Cina è oggi il più grande produttore di patate al mondo e quasi un terzo di tutte le patate vengono prodotte in Cina e in India.

La patata (Solanum tuberosum) è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Solanacee, coltivata per i suoi tuberi amidacei e commestibili. La pianta della patata ha un fusto ramificato e foglie composte alterne costituite da foglioline di dimensioni e forma variabile. Le foglioline possono essere di forma ovale o oblunga. La pianta della patata produce fiori bianchi o blu e frutti giallo-verdi che sono delle piccole bacche velenose dotate di numerosi semi. Gli steli si estendono nel sottosuolo in strutture chiamate stoloni. Le estremità degli stoloni possono allargarsi notevolmente per formare da pochi a più di 20 tuberi di forma e dimensioni variabili, di solito con un peso fino a 300 grammi. I tuberi della patata crescono sottoterra e generalmente si trovano nei primi 25 cm di profondità. I tuberi possono variare di colore dal giallo al rosso o al viola a seconda della varietà. I tuberi portano gemme (occhi) disposte a spirale. Queste gemme danno origine a dei cloni della pianta madre, consentendo di propagare vegetativamente le piante per la stagione successiva. Le piante di patate possono raggiungere più di 1 m di altezza.

La patata è una pianta perenne, ma viene coltivata come coltura annuale. La temperatura ottimale per la crescita è di 21°C e la crescita è limitata al di sotto dei 7°C e al di sopra dei 30°C. La formazione dei tuberi è favorita dalle giornate corte (maggiori ore di buio). È anche essenziale avere un’umidità del suolo sufficiente per ottenere rese ottimali. I terreni sabbiosi o limosi, profondi e ben drenati sono ideali per la coltivazione, con un pH del suolo compreso tra 5,5 e 7,5. Le patate si propagano principalmente con metodi vegetativi (clonazione). I tuberi di patata hanno nodi o occhi da cui inizia la crescita di una nuova pianta. L’organo utilizzato per la propagazione vegetativa può essere un tubero intero o un tubero tagliato. In generale, le patate da semina dovrebbero avere un peso medio di 60 g, con la maggior parte delle patate da semina che pesano tra 35 e 85 g. Il quantitativo di tuberi impiegato per la semina varia a seconda dell’uso finale previsto, ma in genere varia da meno di una a più di sei tonnellate per ettaro. Le temperature ideali del terreno per la semina sono 13-16°C e le temperature minime sono di 8-10°C. Lungo ogni fila di piante, il terreno viene rincalzato, un processo noto come rincalzatura per prevenire l’esposizione alla luce dei tuberi in via di sviluppo. I tuberi producono l’alcaloide solanina e diventano verdi se esposti alla luce, il che li rende inadatti al consumo umano o animale. Per lo stesso motivo, i tuberi dovrebbero essere conservati in un luogo buio dopo la raccolta.

La patata è una coltura esigente in termini nutrizionali e asporta grandi quantità di elementi nutritivi durante il suo ciclo colturale. Per questo è necessario ricorrere alla concimazione con applicazioni di azoto, fosforo e potassio per garantire un’adeguata crescita delle piante, resa e qualità dei tuberi.

Di tutti gli elementi essenziali, l’azoto (N) è quello che più spesso limita la crescita, in particolare su terreni con bassa dotazione di sostanza organica. Garantire un adeguato apporto di azoto è necessario per ottenere rese elevate. L’azoto è necessario per ottenere buoni risultati sia quantitativi che qualitativi. Si consiglia di apportare il 40% dell’azoto totale in forma organica in fase di semina e un’ulteriore applicazione successiva in copertura.

Il fosforo (P) è importante per migliorare la crescita precoce delle colture e promuovere la maturità dei tuberi. Il Fosforo favorisce la resistenza al freddo e il contenuto di amido ed è richiesto nella primissima fase di sviluppo della patata e più precisamente in forma organica per evitare problemi di insolubilità.

Le patate assorbono quantità significative di potassio (K), un nutriente che svolge un ruolo importante nella resa, nella dimensione e nella qualità dei tuberi. La pianta ha bisogno di un elevata disponibilità di potassio anche per ottenere una buona qualità di conservazione.

L’impiego di concimi organici è sempre da preferire, perché apportando sostanza organica e acidi umici che favoriscono lo sviluppo e la salute delle piante. Inoltre, aiutano anche a migliorare i terreni “stanchi” e ad evitare l’eccesso di salinità, che è il problema principale legato all’impiego dei fertilizzanti chimici.

Anche i micronutrienti sono essenziali per una buona qualità e quantità della produzione. Tra questi generalmente è richiesto lo Zinco, ed è preferibile utilizzare una forma biochelata in grado di svolgere una duplice azione nutrizionale e biostimolante, grazie all’azione dei peptidi vegetali. Il Calcio è utile per migliorare la crescita e la formazione dei tuberi, la compattezza e la conservabilità.

Esempio di piano di concimazione

Potatoes_stages_before_plantation-web

Rivestimento tuberi

Migliora l'emergenza e lo sviluppo delle radici
Potatoes_stages_before_plantation-web

Pre-semina

Improve soil fertility (chemical, physical and biological)
Migliora la fertilità (chimica, fisica e biologica)

Oppure

Migliora la fertilità (chimica, fisica e biologica)
Potatoes_stages_plantation-web

Semina

Trichoderma improve roots biostimulation and enhance plant resistance (strenghten Plants)
Migliora la salute delle radici e la tolleranza allo stress abiotico
Potatoes_stages_Tuber_initiation-web

Inizio formazione tuberi

Previene e cura la carenza di zinco e svolge un'azione biostimolante
Aumenta il numero di tuberi
Nutritional action and increase the endogenous resistance to disease and abiotic stress
Azione nutritiva, aumenta la resistenza endogena allo stress abiotico
Potatoes_stages_tuber_formation-web

Formazione tuberi

Previene e cura la carenza di zinco e svolge un'azione biostimolante
Nutritional action and increase the endogenous resistance to disease and abiotic stress
Azione nutritiva, aumenta la resistenza endogena allo stress abiotico
Potatoes_stages_full_flowering-web

Piena fioritura

Migliora la resa, aumenta la dimensione e l'uniformità dei tuberi
Nutritional action and increase the endogenous resistance to disease and abiotic stress
Azione nutritiva, aumenta la resistenza endogena allo stress abiotico
Potatoes_stages_tuber_maturity-web

Maturazione

Nutritional action and increase the endogenous resistance to disease and abiotic stress
Azione nutritiva, aumenta la resistenza endogena allo stress abiotico

Richiedi un piano di concimazione

Alcuni prodotti potrebbero non essere disponibili nella tua regione. Rivolgiti a un rappresentante di zona per ottenere un piano di concimazione adatto alle tue esigenze.

VANTAGGI

L'applicazione al suolo di microrganismi benefici, in fase di semina, è la migliore soluzione per iniziare la tua coltivazione. È la base sostenibile dell'intero ciclo colturale, consente una migliore germinazione, aumenta la resistenza delle piante agli stress abiotici, la disponibilità di nutrienti e lo sviluppo delle radici. Le nostre soluzioni concianti hanno un'azione polivalente ed un’elevata persistenza, stimolano e supportano lo sviluppo della pianta durante l'intero ciclo colturale. COVERON è un innovativo biostimolante per il trattamento delle sementi contenente diversi microrganismi benefici selezionati, brevettati e di proprietà Hello Nature. È l’unica formulazione commerciale che combina micorrize e Trichoderma atroviride, utilizzabile anche in agricoltura biologica.

La fertilizzazione organica apporta al suolo sostanza organica e nutrienti essenziali per la crescita e lo sviluppo delle piante. Permette di ridurre la necessità dell'applicazione ripetuta di fertilizzanti chimici per mantenere la fertilità del suolo. Per questo motivo è importante utilizzare, in presemina, concimi organici in grado di migliorare la fertilità fisica, chimica e biologica del terreno e sostenere la crescita dei tuberi.
ITALPOLLINA 4-4-4 o DUETTO 5-5-8 sono le soluzioni ideali per la concimazione organica della patata, prima della semina. DUETTO e ITALPOLLINA rilasciano una grande quantità di sostanza organica che migliora la struttura del suolo e attiva i microrganismi, riducendo la stanchezza del suolo.

La carenza di zinco provoca sviluppo stentato delle piante, con foglie giovani a coppa e arrotolate verso l'interno. Sulle foglie più vecchie spesso appaiono macchie marroni-grigiastre di forma irregolare. Nei casi di carenza più gravi, le piante possono soccombere con notevoli perdite di produzione. Lo zinco è un micronutriente essenziale per la crescita e lo sviluppo della patata e la sua carenza è un fenomeno molto comune. Lo zinco svolge un ruolo chiave nella produzione della clorofilla, nel metabolismo dei carboidrati (contenuto di amido) e nell'allungamento cellulare, che influisce sulle dimensioni delle foglie. La carenza di zinco è dovuta a diversi fattori che possono ridurne al minimo la disponibilità, come il pH del suolo superiore a 7, le condizioni di crescita difficili o l’antagonismo con il fosforo. Lo zinco può essere efficacemente applicato per via fogliare. MYR Zinco è un prodotto efficace per fornire zinco alla pianta.

I nutrienti nel terreno spesso non sono disponibili per le piante, ma specifici microrganismi sono in grado di solubilizzare gli elementi minerali e renderli disponibili per l'assorbimento da parte delle piante. Inoltre, gli idrolizzati proteici vegetali possono modificare il microbioma sui tessuti vegetali aumentando la biodiversità. I nostri prodotti biostimolanti per applicazione al suolo aumentano la disponibilità dei nutrienti e aumentano la resa e la qualità, con un impatto positivo anche sulla biodiversità del suolo.

Lo stato nutrizionale delle colture è direttamente coinvolto nella salute delle piante. Alcuni elementi nutritivi e composti organici, come i peptidi vegetali, sono in grado di aumentare la resistenza endogena delle piante e la loro tolleranza nei confronti degli stress abiotici, oggi sempre più frequenti ed aggravati dai cambiamenti climatici. SCUDO è un concime liquido con rame e peptidi vegetali in grado di prevenire e curare la carenza di rame. Aiuta la pianta a superare rapidamente lo stress indotto da squilibri nutrizionali e condizioni ambientali sfavorevoli.

La produzione vendibile è fortemente influenzata dal numero di tuberi, dalla loro dimensione e uniformità. Per questo motivo è importante applicare prodotti specifici ad azione biostimolante in grado di stimolare il metabolismo delle piante e ottenere una migliore resa per ettaro. TRAINER è un innovativo biostimolante per applicazioni fogliari che agisce energicamente sullo sviluppo della pianta grazie alla presenza di peptidi di origine 100% vegetale. TRAINER viene rapidamente assorbito dalle foglie e traslocato nei tessuti vegetali, in modo che in poche ore, possa stimolare il metabolismo delle piante. È stato dimostrato che TRAINER applicato durante la formazione dei tuberi aumenta il numero di tuberi, mentre una seconda applicazione in piena fioritura può migliorare la resa aumentando e uniformando le dimensioni dei tuberi.

Pianifica la tua produzione con il nostro "Calcolatore di asporti"

Select Country

International
International
Italy
Italy
Germany
Germany
France
France
Spain
Spain
United States
United States
Arab Federation
Arabic
Russia
Russia